Notizie | Dall'Ente
venerdì, 20 marzo 2015

ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA AL DISABILE IN SITUAZIONE DI PARTICOLARE GRAVITA’ Anno 2015

Presentazione della domanda di riconoscimento dello stato di particolare gravità della persona disabile per l’accesso al beneficio economico:

D.G.R. n. 143 del 26.03.2015 ad oggetto: “L. 104/92 – L. 162/98 – L.r. 18/96 e s.m.i.- Assistenza Domiciliare Indiretta al disabile in situazione di particolare gravità - Criteri attuativi anno 2015”
Decreto del Dirigente del Servizio Politiche Sociali n.42/SPO del 13.03.2015 ad oggetto: “D.G.R. 143/2015 - Assistenza Domiciliare Indiretta al disabile in situazione di particolare gravità. Modalità e tempi di applicazione dei criteri – Anno 2015”

L’intervento consiste in un beneficio economico per l’assistenza domiciliare indiretta fornita da un familiare, convivente o non con il disabile riconosciuto in situazione di particolare gravità (accertata da apposita Commissione sanitaria provinciale), ovvero da un operatore esterno individuato dal disabile stesso o dalla famiglia.
- Ai fini del riconoscimento, l’intervento riguarda solo le persone disabili già riconosciute in situazione di gravità ai sensi dell’articolo 4 della legge 104/92 che, alla data del 31 dicembre 2014,  abbiano un’età compresa tra i 3 e i 65 anni;
- Sono escluse le disabilità conseguenti a patologie connesse a processi precoci di invecchiamento o a malattie degenerative (demenza, malattia di Alzheimer, ecc.). Sono inoltre escluse l’AIDS, le neoplasie e le disabilità di tipo psichiatrico;
- Sono inoltre esclusi i soggetti ospiti di strutture residenziali o semiresidenziali di qualsiasi tipo ad eccezione dei soggetti inseriti nei centri socio-educativi diurni di cui all’art. 13 L.r. 18/96 per i quali la competente UMEA, sulla base di un piano educativo individualizzato, ne abbia previsto l’inserimento per non più di 20 ore settimanali.
Ai fini del riconoscimento dello stato di particolare gravità, la persona disabile o la sua famiglia (in possesso dell’attestazione di cui all’art.4 della L.104/92, ove sia riconosciuto lo stato di gravità) presenta domanda su apposito modello (allegato E o E/1) disponibile presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune, ENTRO il 15 MAGGIO 2015, al Presidente della Commissione sanitaria provinciale presso il Servizio di Medicina Legale dell’ASUR Zona Territoriale n. 1 di Pesaro –Via Nitti n. 30-, che provvede a sottoporre a visita la persona disabile (le richieste di visita presentate dopo il termine stabilito dal presente bando non saranno prese in considerazione).
Al disabile al quale viene riconosciuta la situazione di particolare gravità, o alla sua famiglia, viene inviata, da parte della predetta Commissione sanitaria, copia del verbale. Il disabile o la sua famiglia devono, poi, prendere contatti con l’Assistente Sociale del Comune di Mondavio ai fini dello svolgimento dei successivi adempimenti.
Coloro che sono stati già riconosciuti in situazione di particolare gravità negli anni precedenti non devono rifare domanda di visita presso la predetta Commissione provinciale.
La quantificazione del monte ore settimanale assegnabile a ciascuna persona compete al Comune in collaborazione con la competente Unità Multidisciplinare, sulla base di un’apposita scheda predisposta dal Servizio Politiche Sociali.
Chiunque intenda presentare la domanda deve rivolgersi al Comune di appartenenza affinché il referente del servizio possa fornire idonee informazioni ed eventualmente indirizzare a visita coloro che siano in possesso dei requisiti di cui al presente beneficio.
Per eventuali ulteriori informazioni e/o chiarimenti rivolgersi all’Assistente Sociale Sara Santini nei giorni di martedì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30  e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 (tel. 0721 97101).

Mondavio, 20/03/2015                                              L'Istruttore Direttivo
                                                                            Dott. Giorgio Ghetti

torna all'inizio del contenuto